Crema idratante viso: guida all'acquisto

Pubblicato il da Arianna Franzan

L’idratazione cutanea è fondamentale per la salute della pelle del viso. L’acqua infatti imbibisce le lamelle cornee e assieme ai lipidi presenti negli spazi interlamellari ammorbidisce e leviga la cute. In commercio troviamo un’infinità di creme idratanti, proprio perché l’idratazione è il trattamento di base per avere una pelle luminosa e morbida. Ma quali sostanze funzionali deve contenere una crema viso per essere considerata una buona crema idratante?

L'idratazione cutanea

Innanzitutto è importante capire come la pelle mantenga, in condizioni ottimali, una corretta idratazione. Nell’epidermide vitale è presente una percentuale di acqua del 70%, mano a mano che si sale verso la superficie cutanea tale percentuale decresce fino ad arrivare al 10-20%. È infatti fisiologica una certa perdita di acqua per evaporazione e a seguito della desquamazione. Tale perdita non deve scendere sotto a tali percentuali, le quali assicurano un grado di idratazione ottimale. Ciò è permesso dalla barriera di permeabilità cutanea rappresentata dal film idro-acido-lipidico e dai lipidi interlamellari che provengono dal disfacimento cellulare, cioè dalla trasformazione delle cellule epidermiche vitali in lamelle cornee. Tali lipidi infatti costituiscono il materiale cementante che tiene unite nello strato corneo le lamelle e bloccano l’evaporazione dell’acqua che proviene dagli strati sottostanti. Se tali lipidi sono prodotti in quantità insufficiente le molecole d’acqua non trovano nessuna barriera pronta a bloccarne l’uscita e la pelle risulta secca e ruvida a causa di una desquamazione pronunciata. Sullo strato corneo è presente inoltre l’NMF, il fattore di idratazione naturale, una soluzione acquosa che si forma tra sudore e prodotti idrofili del disfacimento cellulare, costituita da acido lattico, acido piroglutamico, urea, sali, amminoacidi e zuccheri. Tale sostanza ha una nota azione umettante sulla pelle e aiuta a mantenere quindi idratata la superficie cutanea. L’NMF essendo idrofilo viene però asportato facilmente con l’acqua e attraverso l’uso di detergenti troppo aggressivi.

Sostanze funzionali idratanti

Per questi motivi una buona crema idratante dovrà contenere sostanze sia idrofile che lipofile. Tra le sostanze idrofile citiamo proprio il fattore di idratazione naturale ricostituito, una miscela prodotta in laboratorio e contenente tutte le sostanze presenti nell’NMF naturale. Affiancati a tale soluzione sono molto utili altri polimeri idrofili capaci di legare l’acqua come l’acido jaluronico, il chitosano, il collagene idrolizzato, le proteine vegetali di grano, soia, mais, orzo e mandorle, le proteine della seta, le mucillagini di aloe, malva e calendula. Per permettere una ricostruzione del cemento lipidico interlamellare gli idratanti viso devono contenere inoltre acidi grassi poliinsaturi, squalene, trigliceridi, alcoli, esteri cerosi. Sono assolutamente da evitare creme contenenti paraffine che oltre a non essere idratanti hanno un effetto occlusivo.

girl with mirror

Con tag Guide

Commenta il post