Parola d'ordine: depurare

Pubblicato il da Arianna Franzan

Finalmente è arrivata la primavera e con lei la voglia di ritrovare forma e benessere.

E’ proprio questo infatti il periodo utile per depurare l’organismo e liberarsi così di tutte le scorie accumulate nei mesi invernali.

Quali integratori e alimenti sono utili a tale scopo?

Il termine depurazione indica una serie di processi attraverso i quali il nostro corpo si libera dei materiali di scarto del metabolismo. Tossine e scorie sono infatti sostanze che normalmente vengono prodotte durante i normali processi cellulari e proprio per questo esistono distretti corporei deputati all’eliminazione di tali sostanze. Stiamo parlando dei reni che depurano il sangue e portano all’eliminazione delle scorie attraverso le urine, del fegato che ha un ruolo fondamentale nel filtrare ed eliminare le scorie attraverso la bile e della pelle che elimina i cataboliti attraverso le ghiandole sebacee e sudoripare. Purtroppo alla produzione endogena di tossine si accompagna un accumulo di scorie provenienti dall’ambiente esterno, come alcol e fumo, uso eccessivo di farmaci, batteri e virus, agenti inquinanti e sostanze prodotte dal sistema nervoso durante i periodi di stress. Il sovraccarico di tossine, causato da una parte dal mal funzionamento degli organi implicati nella depurazione e dall’altra dall’eccessivo accumulo di materiale esogeno, porta ad uno stato di malessere generale: ci si sente stanchi, è difficile trovare la concentrazione, la pelle diventa opaca, la digestione è difficoltosa. Per aiutare i processi fisiologici di depurazione sono quindi fondamentali uno stile di vita sano e una dieta equilibrata e ricca di liquidi e vegetali. Un valido aiuto arriva dalla natura. Esistono infatti sostanze estratte da alcune piante e assunte attraverso gli integratori alimentari, che svolgono importanti funzioni nel coadiuvare la normale attività depurativa dell’organismo. Tra queste ricordiamo il tarassaco, il carciofo e la bardana. Il tarassaco ha una grande gamma di effetti benefici aiutando la produzione di bile e il transito intestinale. I flavonoidi e il potassio in essa presenti inoltre facilitano il drenaggio dei liquidi corporei. Anche il carciofo, del quale si utilizza l’estratto derivante dalle foglie, è molto utile per la produzione di bile e per la funzionalità delle cellule del fegato. La radice di bardana infine contiene inulina, mucillagini e olio essenziale, stimola le funzioni pancreatiche e agisce sulla cistifellea favorendo al detossificazione dell’organismo.

Artichoke - CarciofoTarassaco o "pisciacane"Burdock

Con tag Guide

Commenta il post