Quali deodoranti scegliere?

Pubblicato il da Arianna Franzan

La formazione degli odori corporei è una problematica cosmetica che riguarda tutti gli individui a partire dalla pubertà, quando si sviluppano soprattutto nella zona ascellare e inguinale le ghiandole apocrine, i cui secreti vengono utilizzati dai microrganismi presenti sulla superficie cutanea. Ciò provoca il rilascio di sostanze odorose che noi percepiamo come “cattivo odore”.

Altra causa dello sviluppo di odore corporeo è data dall’irrancidimento della secrezione sebacea causato ancora una volta dai microrganismi della superficie cutanea. La secrezione sudoripara delle ghiandole eccrine al contrario non contribuisce alla formazione degli odori, ma crea un ambiente umido favorevole alla crescita microbica. Contrastare la formazione degli odori corporei diventa quindi una prima necessità per il nostro benessere personale, ma anche per la nostra vita sociale. Numerose formulazioni cosmetiche propongono una soluzione a tale problema e basta entrare in un qualsiasi supermercato e girare tra gli scaffali riservati all’igiene personale per rendersi conto della vasta gamma di deodoranti oggi in commercio. Ma quali sono i più efficaci? come scegliere prodotti che oltre ad una buona profumazione siano anche in grado di contrastare la formazione degli odori durante tutta la giornata? Essendo l’odore corporeo opera della microflora cutanea, un possibile rimedio può essere quello di utilizzare sostanze antimicrobiche in grado di eliminare tali microrganismi. Tale espediente anche se risolutivo può però risultare non fisiologico per la nostra pelle, in quanto la flora batterica costituisce un utile ecosistema protettivo per il nostro organismo. Alcuni deodoranti contengono sali di alluminio, in grado di restringere il lume dei pori e impedire l’eccessiva sudorazione. Questo metodo, anche se preferibile rispetto al precedente, porta ad un’occlusione dei pori che può causare a lungo termine altri tipi di problemi. Molto interessante è invece l’utilizzo di principi attivi antiossidanti, che non vanno ad agire sulla flora cutanea e sull’attività metabolica dei microrganismi, ma impediscono l’irrancidimento del sebo con conseguente diminuzione dell’odore che ne deriva. Tra le sostanze funzionali utilizzate per tale scopo ricordiamo la Vitamina E, uno dei più potenti antiossidanti presenti in natura. Esistono infine alcuni oli essenziali con attività blandamente batteriostatica e purificante, che possono essere utilizzati sia per la loro azione piacevolmente profumante, sia per la loro attività di controllo sulla crescita microbica, senza peraltro alterare l’ecosistema. Per terminare occorre però ricordare qual è il miglior metodo in assoluto per eliminare questo fastidioso problema: una corretta igiene personale con l’uso giornaliero di detergenti delicati per tutto il corpo.

kur-bad set mit aloe vera

Con tag Guide

Commenta il post